• 327 1157767 - 340 7916392
  • sabrina.piccinini@icloud.com

    Training Autogeno

    Training Autogeno

    Dal corpo, nel corpo e con il corpo inizia e si completa il cammino verso l’Autorealizzazione. Questa si ottiene nel momento in cui l’individuo diviene consapevole della propria identità psichica e corporea e soprattutto nel momento in cui è in grado di navigare le proprie emozioni al fine di raggiungere i suoi obiettivi (Napoli L., 2012).

    Di fatto il sentiero della competenza emotiva prende il via dalla capacità di ascolto del proprio corpo, delle proprie vibrazioni e dei propri rumori interni. E’ qui che la tecnica del Training Autogeno trova una sua importanza fondamentale, unendo assieme la consapevolezza del corpo, dei suoi movimenti e delle sue tensioni alla completa apertura al generarsi delle sensazioni e delle emozioni che abitano nel corpo di ogni persona.

    Mettendosi in ascolto di se stessa, contattando il proprio corpo e dedicandogli uno spazio ed un tempo nel quale esprimersi e farsi ascoltare, la persona sarà in grado di contattare rumori, tensioni ed emozioni che si genereranno in modo autonomo, secondo un naturale processo di crescita (da qui il termine autogeno).

    Questo è uno dei motivi per il quale il Training Autogeno viene definita, oltre che una tecnica di rilassamento, una “tecnica di cambiamento” che attraverso un percorso che parte dal corpo, risveglia la vita emotiva della persona accompagnandola nel cammino verso una maggior consapevolezza dei propri bisogni e di se stessi.

    Questa tecnica è caratterizzata da uno specifico protocollo graduale in grado di produrre modificazioni psicologiche e fisiologiche agendo sia sul sistema neurovegetativo sia sulla consapevolezza del proprio corpo e delle tensioni.

    Lo stato di rilassamento è la base di partenza sulla quale poggiano tutti i passaggi successivi, tuttavia è una componente che va consolidandosi con l’allenamento.

    Il processo stesso di apprendimento è svolto in più sedute, dalle 8 alle 12 circa, nelle quali anche le varie formule sono caratterizzate da passaggi graduali secondo un preciso ordine centripeto di attivazione corporea e dei vari strati della coscienza che va dall’interno verso l’esterno.

    Le potenzialità del Training Autogeno vengono sfruttate in molti ambiti applicativi: stanchezza, stress, deprivazione di sonno, disagi emotivi, miglioramento della consapevolezza personale, miglioramento della concentrazione nello sport e nel lavoro, particolarmente indicato dei disturbi psicosomatici, nello spettro dei disturbi d’ansia e come alleato nelle terapie per problematiche alimentari.

    Il Training Autogeno si presta a sedute individuali e di gruppo al termine di ognuna delle quali il conduttore rielaborerà con l’aiuto dei singoli partecipanti i loro vissuti, le emozioni e le sensazioni emerse, in quanto … ogni volta che ci fermiamo ad ascoltare, anche in un posto dove in apparenza sembra non esserci alcun rumore … qualcosa accade sempre.